21 ago 2007

In Forma!!!


A vacanze finite mi sono ritrovata con meno kili di prima, il che non è male, vero? specie se non hai rinunciato a molto. La dieta estiva è più leggera, quando si è in ferie si è meno stressati e non si mangia in modo compulsivo e poi stare al mare tutto il giorno aiuta; una sana colazione, un piccolo panino a pranzo, frutta a volontà come spuntini e poi la sera pesce, insalatone e piatti leggeri. Senza rinunciare allo snack dell'happy hour, che sia chiaro, perchè se no che vacanza è?


Tornati a casa, motivati ad affrontare l'inverno al top della forma e salute fisica abbiamo continuato con il ns regime alimentare leggero, che non significa però nè banale, nè noioso, nè tantomeno poco fantasioso! Le ricette con le verdure di stagione, con il pesce e con i legumi (cibi che prediligiamo) si prestano a interpretazioni sempre nuove, specie a chi, come noi, adora la cucina fusion, orientale e medio-orientale in particolare. Per cui spezie a volontà per insaporire i cibi e come sostitute del sale (abbandonato già da tempo a favore della salsa di soya) insalate ricche di verdure crude (biologiche, neanche a dirlo!) di semi e di ingredienti sempre diversi perchè il palato deve essere stuzzicato e coccolato...e noi siamo dei buongustai! L'altra sera ho comprato due belle bistecche di tonno, ma al posto della solita (ottima) marinata seguita da cottura alla griglia ho deciso di fare degli spiedini tagliando il tonno a tocchetti, marinandolo con olio, salsa di soya, origano e buccia di limone e poi infilzandolo nei bastoncini di legno intervallato da cipolla e pomodorini (ma anche peperoni a pezzetti, o zucchine). Cottura veloce alla griglia: slurp! Come salsa d'accompagnamento yogurth greco mescolato a origano, salsa di soya, aglio schiacciato o tritato finemente... altro che mayonese o ketchup! E per finire una ricca insalata mista con pomodori, erbette varie e pinoli. Una cena spettacolare... e leggera. Così come l'intramontabile insalata greca che soddisfa stomaco palato e leggerezza! (il lo della foto è vecchio, già protagonista di un post, ma se non conoscete la ricetta vi sarà utile).


Cosa c'entrano le scarpe da running? Sono le mie Supernova, appese al chiodo dopo un fallito tentativo di darmi alla corsa per tenermi in forma... Adesso con l'aiuto del mio compagno, che corre abitualmente e si tiene in forma poichè è molto più sportivo di me (be', ci vuol poco!) ho ripreso scarpe e attrezzatura da running e ci ho riprovato correndo con lui. Correre qui è molto più divertente perchè abbiamo un parco vicino casa e si corre nel verde, tanto per cominciare. Perchè ho qualcuno che mi sprona e mi incoraggia e il cielo sa se ne ho bisogno...ho la fortuna di poter correre in compagnia almeno per qualche settimana e ne approfitto per allenarmi quel minimo che mi dia la forza di farlo da sola in seguito, armata del mio lettore mp3. Ieri sera ho corso per 8 minuti di seguito, un traguardo eroico per me dopo sole tre uscite. Se in queste settimane riesco ad arrivare a 15 min di corsa so che non smetterò più... intendo 15 min senza intervalli di camminata veloce per riposarmi. Mi fa piacere che il fisico risponda bene, lo tratto bene il mio corpo alimentandomi in modo equilibrato e soprattutto scegliendo solo prodotti biologici e freschi, niente conservanti, nè surgelati nè cibi superlavorati a casa nostra! Questa alimentazione paga...tratta il corpo come un tempio si dice, e devo dire che anche se la mia linea non è quella che desidereri, se ho quei tre/quattro kili di troppo che stentano ad abbandonarmi, mi basta sentirmi bene, rendermi conto che mi ammalo poco, che non ho allergie nè intolleranze alimentari, che sto fisicamente bene per continuare ad essere così maniacalmente attenta a quello che mangiamo. frae la spesa con me è un delirio... leggo tutte le etichette, ogni composizione, ingredientre passa a setaccio... sei quello che mangi, no? Ed ioci tengo alla salute della mia famiglia. Vi consiglio il sito Trash Food (tutto in italiano e gestito da fior di professori), che forse farà riflettere quanti non fanno caso ai prodotti che scelgono per sè e per i propri figli. Se avete tempo e vi piace il cinema vi consiglio Supersize me un film che riuscirà a disgustarvi e ad allontanarvi da ogni tipo di fast food. Il mio amato Jamie Oliver (uno dei miei idoli dei fornelli insieme a Nigella) ha fatto in inghilterra una vera crociata contro il cibo spazzatura nelle scuole dimostrando che si può mangiare sano e leggero senza nulla togliere al gusto...dopo 20 anni e più stiamo arrivando in Italia al cibo spazzatura (quattro salti in padella, piatti pronti surgelati di ogni tipo, preparati di carne già precotti e pronti in 5 min) di cui erano pieni gli scaffali inglesi nel 1983, quando andai a Londra per la prima volta e rimasi sconvolta all'idea di una pasta già cotta e surgelata... quel cibo spazzatura che nutrizionisti inglesi e americani sconfessano e accusano di aver causato l'obesità che specie negli usa dilaga ed è diventata addirittura una forma di invalidità, con le conseguenti ripercussioni in termini di costi sul sistema sanitario. Loro lo sconfessano, gli italiani ci si riempiono i carrelli della spesa. Mi è bastato osservare al mare le famiglie vicine e di ombrellone e l'alimentazione loro e dei loro bimbi... biscotti, merendine, patatine, bibite gassate a tutte le ore. Neanche un frutto fresco o la sana, tradizionale, piadina romagnola! I nostri bimbi sembravano degli alieni, smangiucchiavano frutta o pezzi di parmigiano mentre gli amici intingevano grissini nella crema al cacao bevendo tea freddo, sotto un sole cocente...orrore! La cosa divertente è stata che i nostri figli erano contenti e soddisfatti e rifiutavano i dolciumi e le schifezze varie che venivano loro offerti...quando si è abituati a mangiar bene... perchè sono passati i tempi in cui la merenda al mare era una bella, fresca e sana fetta di anguria? Le cose el passato non sono sempre da disprezzare e la modernità non necessariamente porta con sè miglioramenti nelloa qualità della vita. Tra le persone che conosco siamo gli unici (o quasi) così attenti alla qualità del cibo e all'alimentazione nostra e dei nostri bambini, e siamo spesso considerati davvero sopra le righe... sono convinta che se molte prsone entrassero nel merito di ciò che c'è nel loro cibo cambierebbero presto opinione.

7 commenti:

Carola ha detto...

Ti ammiro Barbara, anche io cerco di stare attenta ed evito cibi con conservanti (per quanto mi è possibile) e precotti, soprattutto per i bambini ma non riesco ad essere così salutista come te :(
Interessanti i link che hai messo in questo post;)

barbara ha detto...

hai ragione, all'iniozio soprattutto è un po' faticoso, specie se si mangia fuori casa poi e se si ha poco tempo lavorando tutto il giorno! poi diventa un'abitudine...

my whisper ha detto...

molto interesante il tuo post barbara.Ti ho rubato le ricette e mi sono piaciute molto,ne hai delle altre da postare o sai suggerirmi qualche sito?Da quando mi hanno trovato l'intolleranza al glutine e ad altre cose non so più cosa inventarmi per preparare verdura e legumi in modo diverso.:)

barbara ha detto...

oh sì, ti posso consigliare qualche libro se credi... specie la cucina orientale è molto adatta perchè utilizzano i legumi in modo molto fantasioso!

my whisper ha detto...

certo barbara mi faresti un favore.Se vuoi contattami pure per mail mywhisper.net@gmail.com

marina ha detto...

vorrei essere anch'io così brava Barbara..... io cerco di dare ai miei figli solo cibi preparati in casa in modo sano e naturale...ma purtroppo non sempre ci riesco.Luca e Mattia sono un po' più grandi dei tuoi bimbi e quindi sono "un po' meno controllabili" in questo senso. Tornando da qualche partita di basket fuori bolzano è facile che con la squadra si fermino in qualche Mc donald's ......
Fortunatamente a me piace preparare marmellate e succhi di frutta (lo scorso fine settimana complice il mal tempo ho preparato circa 20 vasetti di peperoni piccanti con acciughe e capperi!!!)

in ogni caso io ho "quasi" sempre mangiato in modo sano eppure circa due mesi fa mi sono sottoposta ad una serie di esami per le intolleranze alimentari e purtroppo ora ho dovuto eliminare dalla mia dieta moltissimi alimenti che mi provocavano disturbi a non finire.....

barbara ha detto...

è stato dimostrato che la maggior parte dei disturbi "seri" dell'età adulta sono causati da una cattiva alimentazione nella primissima età... io ci metto del mio poi certo quando cresceranno non potrò che sperare che a parte le modo capiscano quanto è importante la propria salute. Mi spiace per le tue intolleranza, per fortuna ora sono in vendita moltissimi prodotti alternativi a quelli tradizionali e anche se cosata fatica si può riuscire a mangiare cibo gustoso anche se il regime alimentare è controllato...