04 ago 2010

Libreria nuova



In questa lunga estate in cui -per ragioni che non sto qui a spiegare- ho lavorato ben poco, approfittando dell'assenza dei bambini in vacanza dai nonni, ho deciso di mettere mano alla stanza dei pargoli. Soffocata dai giocattoli vecchi e nuovi non lasciava più spazio vitale; in più i libri dei bambini avevano cominciato a occupare spazio su ogni mensola libera (e non) della casa. Urgeva intervento. La prima azione risolutiva è stata quella di "archiviare" i vecchi giochi e di riorganizzare lo spazio. Già la stanza sembrava diversa e spaziosa. Poi compiacendomi con il consorte del lavoro svolto ci siamo resi conto che eliminando un piccolo mobile, quasi inutilizzato, si sarebbe creato lo spazio per una bella libreria. E' seguita fuga all'Iikea e montaggio notturno della mitica Billy. Il mattino seguente ho raccolto tutti i libri dei bambini sparsi in giro per la casa e li ho sistemati. Siamo molto soddisfatti del risultato e i bambini sono entusiasti di avere tutto a portata di mano. La stanza risulta più spaziosa e luminosa e sembra incredibile che la libreria sia già quasi piena! Il prossimo passo sarà probabilmente l'acquisto di un letto a castello, per far posto ad una bella scrivania resasi oramai necessaria per lo studio. Credo che, se continuano a leggere con questa lena,  presto arriverà anche un'altra libreria :-)

2 commenti:

Giulia ha detto...

Grande, mi piacciono le case con un miliardo di libri, sono sempre stata abituata a vivere con libri in ogni camera e ora che sono a Milano non ce ne sono tanti, ma di Billy si, per cui si deve solo aspettare e anche qui avrò i miei compagni!!!BRAVI I TUOI FIGLI! Era da un po' che volevo lasciare il commento, ma tra un impegno e l'altro mi era sfuggito, grazie per essere passata da me così me ne sono ricordata!

barbara ha detto...

hai ragione, non c'è niente di più caldo e accogliente di una casa traboccante di libri... per accumularli c'è sempre tempo, peccato averne così poco per leggere, io recupero d'estate al mare, ma d'inverno riesco a leggere così poco, cado dal sonno la sera!